Capire i cambiamenti dell'IVA del 2021 e come influirà sul tuo business

Avete mai sentito parlare dell'imposta sul valore aggiunto? A questo punto, la maggior parte dei dropshipper probabilmente sì. Quello che forse non sapete è che l'Europa sta apportando alcune nuove modifiche all'imposta sul valore aggiunto e dovete conoscerle per continuare a far crescere i vostri negozi in dropshipping.

Prima di addentrarci in tutti gli aggiornamenti relativi all'IVA, cerchiamo di capire bene cosa sia esattamente l'IVA. 

"L'imposta sul valore aggiunto (IVA) è un'imposta sul consumo applicata a un prodotto ogni volta che viene aggiunto valore in ogni fase della catena di fornitura, dalla produzione al punto vendita. L'importo dell'IVA che l'utente paga è sul costo del prodotto, meno i costi dei materiali utilizzati nel prodotto che sono già stati tassati".

FONTE

In Europa, ogni Paese ha la propria aliquota IVA.

Molti dropshipper si sono rivolti a noi chiedendo come queste modifiche dell'IVA influenzeranno la loro attività e cosa devono fare per essere all'avanguardia.

Quindi vi spiegheremo tutto in questo post!

Facciamo chiarezza su cosa cambierà esattamente a partire dal 1° luglio 2021:

In qualità di imprenditori, siete ora responsabili del pagamento dell'IVA se il vostro negozio online supera i 10.000 euro di fatturato all'anno.

In precedenza, ogni Paese aveva una soglia di vendita a distanza diversa, il che significava che l'imposta IVA non si applicava necessariamente a tutti i Paesi in cui si spediva, a seconda delle entrate. Ora, indipendentemente dal Paese in cui si effettuano le spedizioni, la soglia standard per l'imposta IVA è di 10.000 euro all'anno.

Gli articoli importati di valore inferiore a 22 euro non sono più esenti dal pagamento dell'IVA.

Prima di queste modifiche, i venditori a distanza non dovevano pagare l'IVA su tutti gli articoli importati con un valore inferiore a 22 euro. A partire dal 1° luglio 2021, l'IVA sarà applicata su TUTTI i beni commerciali importati nell'UE, indipendentemente dal valore. Per le spedizioni di valore pari o inferiore a 150 euro, l'IVA può essere addebitata al momento della vendita o essere riscossa dal cliente finale da parte del vettore. A causa di questo cambiamento, l'Europa ha introdotto il Import One Stop Shop (IOSS). Questa risorsa consente ai venditori che scelgono di addebitare l'IVA al momento della vendita di dichiarare e pagare più facilmente l'IVA alle autorità fiscali, piuttosto che far pagare al cliente i costi dell'IVA quando i pacchi arrivano nel loro paese.

L'IVA può essere pagata in qualsiasi Paese europeo attraverso l'Import One Stop Shop (IOSS).

Prima delle nuove leggi sull'IVA, i venditori a distanza che raggiungevano la soglia dell'IVA in più Paesi dovevano registrarsi in ogni Paese e pagare l'IVA individualmente. Ora, registrando l'IVA attraverso l'IOSS, la registrazione e il pagamento dell'IVA sono molto più semplici.

Potete continuare a lavorare come al solito applicando l'aliquota IVA locale se siete un'azienda europea con un fatturato inferiore a 10.000 euro all'anno.

I venditori con sede in Europa non sono quindi tenuti a registrarsi presso l'IOSS se realizzano meno di 10.000 euro di vendite all'anno. Questi venditori possono continuare ad applicare l'aliquota IVA del loro paese quando spediscono in tutta Europa.

Perché le regole dell'IVA stanno cambiando?

Semplifica l'IVA in tutta Europa.

La gestione dell'IVA per 27 Paesi può diventare piuttosto confusa, lasciando un ampio margine di errore. Questo cambiamento renderà il processo IVA molto più efficiente sia per i governi e le autorità fiscali che per i dropshipper!

Diminuire le frodi.

Storicamente, le frodi IVA sono state abbastanza facili da commettere e sono costate miliardi di dollari ai Paesi europei. Le frodi IVA possono essere perpetrate in vari modi, dai dropshipper alle grandi aziende. In ogni caso, queste modifiche all'IVA riducono significativamente la possibilità di frodi. 

Dare ai commercianti con sede in Europa una giusta opportunità.

A causa delle soglie più basse per i singoli prodotti e per le entrate complessive imposte dalle leggi fiscali sull'IVA, i proprietari di aziende europee non hanno avuto una possibilità equa di avere successo nel commercio elettronico. Queste nuove modifiche livellano il campo di gioco per tutte le imprese online. 

Ora che avete capito cosa sta cambiando esattamente con l'IVA, cosa dovete fare per prepararvi?

Registrazione per OSS o IOSS

Per i titolari di aziende europee che effettuano vendite a distanza in altri paesi europei, sarà necessario registrarsi allo Sportello unico (OSS) per pagare tutte le imposte IVA attraverso un'unica autorità fiscale.

Ora, se siete un'azienda extraeuropea, vorrete registrarsi all'Import One Stop Shop (IOSS) sistema. Questo vi permetterà di seguire le procedure corrette per i prodotti di valore inferiore a 150 euro. L'IOSS crea un processo più rapido per la presentazione e il pagamento dell'IVA, accelerando al contempo il processo di importazione dei vostri prodotti attraverso la dogana.

Sebbene IOSS non sia obbligatorio per il pagamento dell'IVA, rende il processo molto più efficiente. I dropshipper che non utilizzano IOSS potrebbero subire un allungamento dei tempi di spedizione a causa dei controlli di valutazione supplementari alla frontiera, nonché degli oneri IVA aggiuntivi.

Se utilizzate un mercato online, come Facebook Marketplace, le regole potrebbero essere diverse. In base a queste nuove normative sull'IVA, è possibile non registrarsi ai fini dell'IVA in alcuni Paesi europei. Questo perché il marketplace utilizzato potrebbe essere considerato un venditore di prodotti. Il marketplace è quindi responsabile della riscossione dell'IVA a ogni vendita.

È importante ricordare che, in base alle norme OSS, i negozi dropshipping non europei dovranno acquisire un "Intermediario europeo" per assistere nella gestione degli obblighi IVA. Clicca qui per sapere come acquisire un intermediario europeo. 

Assumere un consulente fiscale o un avvocato 

Chi fa dropshipping conosce già le difficoltà tipiche della gestione delle tasse per la propria attività. Come potete immaginare, le tasse sull'IVA sono ancora più difficili da capire. Se non siete sicuri delle modifiche da apportare alla vostra attività in base all'IVA (o non sapete da dove cominciare), assumere un consulente o un avvocato vale sicuramente l'investimento.

Ogni azienda è unica e richiede interventi diversi. Per questo motivo, rivolgersi a un professionista fiscale può essere nel vostro interesse, in quanto sarà in grado di esaminare a fondo le vostre esigenze aziendali per consigliarvi i passi migliori da compiere in futuro.  

Fate le vostre ricerche

Anche se queste nuove modifiche all'IVA sono abbastanza chiare e lineari (o almeno, speriamo che lo siano dopo aver letto questo blog post!), ulteriori dettagli e informazioni verranno sicuramente a galla una volta che queste nuove norme entreranno in vigore il 1° luglio 2021.

Per questo motivo, iscrivetevi alla nostra newsletter per ricevere ulteriori aggiornamenti non appena saranno disponibili informazioni. Inoltre, fate le vostre ricerche in modo da chiarire il più rapidamente possibile eventuali idee sbagliate!

Come Zendrop sta affrontando questi cambiamenti

Come sempre, consideriamo la conformità fiscale e la consulenza di professionisti abilitati come la migliore pratica. A questo proposito, vogliamo anche continuare a offrirvi soluzioni per continuare a svolgere la vostra attività. Per capire come stiamo affrontando questi cambiamenti legislativi, fate riferimento ai due scenari riportati di seguito. 

Se scegliete di iscrivervi all'IOSS e di pagare l'IVA, i nostri prezzi rimarranno invariati rispetto a queste modifiche legislative. Vi chiediamo semplicemente di fornirci il vostro ID di registrazione OSS o IOSS.  

Se scegliete di non registrarvi, applicheremo un sovrapprezzo di $1,25 per gli ordini spediti nei 27 Paesi elencati nella nuova legislazione. Questo supplemento è una tassa di spedizione aggiuntiva che Zendrop sostiene per garantire che i corrieri che spediscono ai vostri clienti europei siano adeguatamente registrati per pagare l'IVA al vostro posto. Si prega di notare che, secondo i nostri consulenti, questo non rappresenta tecnicamente la piena conformità alla nuova legislazione, tuttavia si tratta di una soluzione alternativa che mettiamo a vostra disposizione per continuare a svolgere la vostra attività.

È tempo di fare dei cambiamenti

In base alle nuove leggi europee sull'IVA del 2021, il cambiamento sarà inevitabile per la vostra attività online. Che si tratti di rinunciare alla vendita di determinati prodotti in Europa, di aumentare i prezzi o di assumere un esperto fiscale, dovrete prepararvi ad adattarvi e ad affrontare questa transizione commerciale. 

Per quanto possa sembrare opprimente, ci sono molte risorse a vostra disposizione, tra cui Zendrop! 
Il team di Zendrop si impegna a rendere questa transizione facile per voi, quindi non esitate a contattare [email protected] per qualsiasi domanda.

Lascia un commento